Pisa, Escher in mostra a Palazzo Blu. PROROGATA FINO ALL’11 FEBBRAIO 2018 Palazzo Blu di Pisa dedica a Maurits Cornel Escher una mostra in cui sono esposti un centinaio dei suoi famosi disegni e incisioni dalle geometrie impossibili. Tributo all'opera di uno dei più visionari artisti del Novecento

0
376
Escher, geometrie impossibili

PISA – Visitabile col titolo “Escher. Oltre il possibile”,  a Palazzo Blu di Pisa, l’esposizione dedicata a uno degli artisti più visionari e geniali del Novecento.

La mostra presenta al pubblico un centinaio di opere del noto maestro olandese, famoso per le sue rappresentazioni distorte e irreali. Autore di superbe incisioni e produzioni grafiche, noto soprattutto per le sue costruzioni impossibili, Escher ha realizzato opere tanto straordinarie quanto paradossali, veri e propri capolavori dalla geometria assoluta in grado di ricreare mondi onirici di complicata bellezza.
La verticale artistica, declinata dal 1917 al 1963, è allestita in un particolare contesto espositivo che grazie alle tecnologie multimediali progettate dall’architetto Cesare Magri rendono la mostra ancor più coinvolgente per il visitatore.

Escher fu un artista apprezzato sia dalla cultura ufficiale che dalla contro-cultura che si impose e diffuse a partire dagli anni Sessanta e Settanta. Coniugando all’interno della sua opera rigore e immaginazione, natura e geometria, Escher seppe incuriosire sia i matematici che gli hippy. Se i primi erano attratti dalle sue geometrie ardite, i secondi lo erano invece dalle sue vedute ipnotiche e conturbanti. 

L’influenza di Escher si è estesa anche al cinema, alla televisione e parimenti ad altre arti ancora. Si pensi, ad esempio, al costrutto labirintico della biblioteca benedettina nel film “Il Nome della rosa” oppure alle scale degli interni di Hogwarts, nella serie di film dedicati a Harry Potter, per non parlare delle sublimi architetture distopiche di Inception, liquidamente in bilico fra sogno e realtà, matematica e (fanta)scienza, sapientemente elaborate – e animate – da Christopher Nolan.

Harry Potter, labirinto di scale di Hogwarts
SOPRA: Influssi di Escher sulla cinematografia contemporanea. Harry Potter, il labirinto di scale degli interni di Hogwarts

“Il mio lavoro è un gioco, un gioco molto serio” afferma Escher. E le sue opere così complesse riescono infatti a stuzzicare la curiosità del fruitore e a rapirlo nel loro cosmo immaginifico.

“L’ideale del vero artista consiste nel produrre una riflessione cristallina di sé stesso”

Allievo di Samuel Jessurun de Mesquita, un ebreo sefardita che morirà ad Auschwitz, Maurits Cornel Escher (1898-1972) deve proprio agli insegnamenti del suo maestro la scoperta dell’arte matematica-razionale della tradizione ebraica e islamica. In seguito l’artista sarà influenzato anche dalle avanguardie europee. Negli anni Venti e Trenta Escher, che aveva viaggiato a lungo ed era giunto anche in Italia“la terra benedetta”, come egli la definiva, era stato anche in diverse città della Toscana.

Grande interprete del paesaggio, Escher è stato in grado di far coesistere nella sua opera geometria e natura. Talvolta nei medesimi lavori sono inseriti anche elementi fantastici.

“Vedere due mondi diversi nello stesso identico luogo e nello stesso tempo ci fa sentire come se fossimo in balìa di un incantesimo. Solo un artista ci può dare questa illusione e suscitare in noi una sensazione eccezionale, un’esperienza dei sensi del tutto inedita”  

Il percorso espositivo si suddivide in nove sezioni: Volti, Animali, Oggetti e riflessi, Geometrie e ritmi, Paesaggi, L’artista, Architture fantastiche, Nature, Autoritratti.

La mostra Escher. Oltre il Possibile è il risultato sinergico realizzato da MondoMostre Fondazione Palazzo Blu, con il contributo della Fondazione Pisa, e la collaborazione del Gemeentemuseum Den Haag, Arthemisia e M.C. Escher Foundation, a cura del professor Stefano Zuffi, storico dell’arte ed esperto di M.C. Escher.

INFO

Escher. Oltre il Possibile
Pisa, BLU  Palazzo d’arte e cultura Fondazione Palazzo Blu
Lungarno Gambacorti, 9, 56125 Pisa
Telefono: 050 91695
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 19:0
sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle  20:0
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
info@palazzoblu.it
Prezzo dei biglietti:
da 5 ai 12 eu.
Mostra Escher Pisa

SOTTO: Da Escher a Nolan, passando per Harry Potter e il Nome della Rosa, la nostra gallery

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here